Festival de Cine Independiente de Mar del Plata

Documentari Satirici: i migliori

images

Draquila – Sabina Guzzanti

Che satira tira? La satira è diventata una parte fondamentale del palinsesto tv e sono tanti i nomi dei comici che si divertono a prendere in giro il sistema politico-sociale italiano. Basti ricordare la pungente ironia di Luciana Littizzetto a “Che tempo che fa”, le imitazioni di Maurizio Crozza nell’apertura del programma “Ballarò“, la comicità surreale di Neri Marcorè nel suo show dal titolo “NeriPoppins”  o le denunce di Beppe Grillo contro Marco Tronchetti Provera, indagato in seguito per il caso telecom, per capire che dilaga la voglia di ridere e deridere.

La satira mette a nudo, infatti, malefatte e vizi del Belpaese colpendo soprattutto i politici. I protagonisti di battute o imitazioni sono spesso i parlamentari e i partiti: lo scenario politico offre una fonte continua di ispirazione e i comici si divertono a bersagliarlo senza distinzione della connotazione politica.

Esempi eclatanti sono Sabina Guzzanti nei panni di Silvio Berlusconi o Crozza che imita Veltroni.

Il fenomeno della satira in tv, però, mostra il suo lato impegnato grazie a documentari o a film che mettono in luce vicende e situazioni che hanno cambiato la storia d’Italia.

L’attrice, nonchè comica e regista, Sabina Guzzanti ha prodotto diversi film-documentari in quanto ha affermato che “la politica è sempre più deludente”. Quindi, la sua avventura nel mondo del film d’inchiesta parte con “Viva Zapatero” in cui denuncia il vincolo indissolubile che lega il sistema dell’informazione con la censura e il mondo politico per poi dare vita al reportage “Draquila – L’Italia che trema“. Il film realizzato nel 2010 attaccava, ancora una volta, l’operato del governo italiano in merito all’inefficienza della macchina degli aiuti per la popolazione terremotata dell’Aquila.

Sembra proprio, quindi, che il vero protagonista e ispiratore dei documentari della Guzzanti sia Silvio Berlusconi.Il leader del Popolo della Libertà, inoltre, è stato anche rappresentato nel documentario, per la rete televisiva francese Arte, dal titolo “L’Affaire Mondadorì”. Il docu-film realizzato dal giornalista Barbacetto con Mosco Boucault ha descritto la ‘guerra’ tra De Benedetti e Berlusconi per la proprietà della Mondadori.

Il documentario,quindi, sta diventando il mezzo preferito per denunciare e raccontare le vicende di una classe politica che si presta sempre di più ad una “facile ironia”.

Ulteriori approfondimenti di cronaca:

 

Il Festival de Cine Independiente de Mar del Plata

Il Festival de Cine Independiente de Mar del Plata

Il Festival de Cine Independiente de Mar del Plata

Divenuto ormai un appuntamento imperdibile per registi, attori, produttori, distributori ed appassionati di cinema, il Festival de Cine independiente de Mar de Plata fu concepito nel 1954 per assolvere alla necessità di riflettere l’universo del cinema argentino e mondiale.

Anno dopo anno il Festival si è affermato come uno dei campioni più significativi nel campo della cinematografia e delle arti multimediali.

Una vera e propria ‘festa’ latino-americana che ebbe inizio appunto nel 1954 sotto la presidenza del Generale Juan Domingo Peron ed al quale sono state presentate opere di fama mondiale quali: ‘Pane amore e fantasia’ di Vittorio de Sica, ‘L’illusione viaggia in tram’ del messicano Luis Bunuel, o del calibro di ‘Youth divino tesoro’ di Ingmar Bergman ed onorato, sin dalla prima edizione, dalla presenza delle figure più importanti del cinema mondiale.

Il Festival si è da subito affermato come uno spazio di riflessione sulle tendenze emergenti ricevendo teorici del cinema, giornalisti e registi provenienti da tutto il mondo.

Tra le molte personalità internazionali che vi hanno partecipato sono da ricordare: Paul Newman, Vittorio Gassman, Jean-Paul Belmondo, Anthony Perkins, Ugo Tognazzi, Maria Callas, Maria Schell, Marie Laforet, Harriet Andersson, George Hamilton, Tom Courtenay, Mario Moreno (Cantinflas ), François Truffaut, Tony Richardson, Pier Paolo Pasolini, Pontecorvo Gilo, Andrzej Wajda, Edouard Molinaro, Pierre Kast, Karel Reisz, Jacques Tati, Toshiro Mifune, Curt Jürgens, Cesare Zavattini, Josef von Sternberg, Alfred Bauer, Abel Gance, Vincent Minelli, Lee Strassberg, Andrzej Munk, James Mason, Maximilian Schell, Catherine Spaak, Tomas Milian, Ettore Scola, John Gavin, e Jerzy Passendorfer.

Interrotto nel 1970, il Festival venne riproposto a partire dal 1996, tornando ad essere uno degli eventi culturali più significativi per registi, attori e produttori, divenendo un riflesso di tendenze nel mondo del cinema. Il Festival offre inoltre ai visitatori uno sguardo ampio e profondo sull’universo cinematografico che si riflette in vari concorsi, sezioni parallele, retrospettive ed omaggi.

Lo scenario che sin dalla prima edizione fa da quadro alla rassegna è la bellissima città di Mar de Plata caratterizzata dallo stile architettonico tipico dei primi anni del Novecento e dalla presenza di spiagge chilometriche.

Capodanno al cinema: eventi

Uno dei modi per poter festeggiare il capodanno è farlo in un cinema. Vi suona strano? Ebbene, se cercate un modo diverso dal solito per accogliere il nuovo anno, il cinema è sicuramente una delle possibili scelte.

A Firenze solitamente ogni anno si tiene uno spettacolo teatrale presso il Cinema Castello, che si trova in via Reginaldo Giuliani. Tra i gruppi che si sono esibiti qui negli anni passati possiamo vedere gli attori di “Firenze Ridan-ciana”, che hanno inscenato uno spettacolo dal titolo “Albergo Miramare… mogli e mariti da rottamare”, una due tempi comica in vernacolo toscano.

Per chi abita a Milano e cerca un modo alternativo di passare il capodanno è possibile prendere parte agli spettacoli di Milano a Capodanno organizzati dal Teatro Carcano. Si tratta di eventi di musica e danza, sempre di grande rilevanza. Basti pensare, infatti, che per accogliere il 2013 la scena è stata calcata dal Russian Festival Ballet, che ha intrattenuto gli ospiti con “La Bella Addormentata” sulla musica immortale di Ciaikovskij.

Se siete alla ricerca di un capodanno diverso dal solito a Roma, la capitale della nostra bella penisola, potete pensare al cinema Aquila, che si trova in via l’Aquila. Per la notte di san Silvestro, infatti, ogni anno si organizzano serate cinematografiche che vanno avanti fino alle 5 del mattino. La cosa bella di questo evento è che si tratta di film dedicati ad un particolare genere, come lo spaghetti – western, e che gli ospiti potranno presentarsi vestiti “a tema”, dunque con tanto di speroni, cinturone e cappello.

Festival del cinema per i bambini: calendario 2013/2014

L’ideatore del festival del cinema per bambini è senza dubbio un genio! I bambini si divertono e i genitori riescono finalmente ad andare al cinema! I film proiettati, generalmente interessanti e contornati da divertentissime attività per bambini, faranno trascorrere una piacevole serata a grandi e piccini. Al “KIDS CINEMA FESTIVAL”  vengono generalmente proiettati i migliori film provenienti da ogni parte del mondo. Il sito Montenegro.travel.it illustra calendario e programma dettagliato per la stagione 2013/2014.

Tra le proiezioni ricordiamo film provenienti dalla Gran Bretagna, dalla Francia, dalla Germania e dalla Repubblica Ceca. Chi pensa di dover andar al festival del cinema per bambini per subirsi ore e ore di cartoni animati, si sbaglia alla grande!!! Il festival è fatto di cartoni, film, proiezioni tridimensionali, interessantissimi documentari geografici, illustrazioni e spiegazioni sulla natura e sulla vita degli animali. (more →)

Premi e festival dedicati alla fotografia

The+Last+Shadow+Puppets+Ross+Halfin+4Le migliori fotocamere reflex e non sul mercato sono quelle scelte dai più bravi e famosi fotografi ma anche dal numero sempre più crescente di appassionati a cui piace condividere i propri scatti, quelli autentici e veri.

Magari partecipare come spettatore a qualche festival o kermesse della fotografia può essere utile per carpire i segreti dei più famosi fotografi. E così che si può, anche casualmente, scoprire se Jeff Widener piuttosto che il nostrano Paolo Zambaldi usano una fotocamera Panasonic o una Canon 110o d per il loro ritratti più suggestivi, quelli che li hanno resi celebri in tutto il mondo. .

Il più famoso fotografo di eventi musicali rock, il britannico Ross Halfin, ad esempio, da sempre usa fotocamere Nikon (in particolare Nikon D2XS, Nikon F5). Certamente le funzionalità sono ritrovabili anche nella Nikon 1 che realizza scatti ad alta qualità. Con la sua avanzata tecnologia permette di catturare ogni momento e movimento. La Nikon One è realizzata in più modelli, ognuno con le proprie caratteristiche tecniche. Tutti i modelli proposti si caratterizzano per la semplicità d’uso e per le altissime prestazioni. (more →)

Top 5 registe donna: un modo speciale per festeggiare l’8 Marzo

Lina Wermüller

Lina Wermüller

Le donne ormai si fanno sempre più strada anche nel mondo del cinema. Nel mondo femminile troviamo, infatti, numerose registe di fama internazionale, tra le quali molte anche italiane. Quale modo allora per festeggiare la festa della donna che stilare una bella top 5 di 5 registe donna ? Separate dalle distanze geografiche e dai confini di genere queste 5 protagoniste hanno saputo, ognuna a modo suo, imprimere un segno unico nel quadro cinematografico internazionale.

Vediamo la Top 5 delle registe donna internazionali:

Cinzia Th. Torrini è una famosissima regista italiana. Nata a Firenze nel 1954, inizia la sua carriera nel mondo della regia con brevi cortometraggi e documentari. Il vero successo per la Torrini arriva con il film Giocare d’azzardo, presentato a Venezia nel 1982 che riscosse un enorme successo tra la critica. Dopo una lunga serie di film, tra il 2001 e il 2003 gira una serie televisiva di enorme successo, Elisa di Rivombrosa. L’ultima serie, La Certosa di Parma, è stata girata dalla regista nel 2011. (more →)

Cinema Opera Festival

La grande lirica sul grande schermo

Cinema Opera Festival è una rassegna che unisce cinema e teatro: il CinePalace di Riccione accoglie il pubblico che assiste alle proiezioni di eventi in data unica, in diretta via satellite dal Royal Opera House di Londra, dall’Opera National de Paris e dal Teatro alla Scala, solo per citare alcuni dei più importanti teatri d’Europa. Intanto, proseguono gli appuntamenti con l’ opera lirica e i più celebri balletti:

* martedì 12 marzo ore 19:30 Falstaff di Giuseppe Verdi Lirica Opèra National de Paris. E’ una commedia sulle scappatelle dell’anziano cavaliere Sir John Falstaff che mette in atto il piano per conquistare due ricche dame. Tuttavia il protagonista cade vittima della sua stessa trappola. Direttore: Daniel Oren; regia e scenografia: Dominique Pitoise; nel cast: Ambrogio Maestri, Artur Rucinski e Paolo Fanale.

* Giovedì 28 marzo 2013 ore 19:30 Alice nel paese delle meraviglie Balletto Royal Opera House.

* Giovedì 18 aprile Terza Sinfonia di Gustav Mahler Balletto Opèra National de Paris.

* L’ultimo concerto trasmesso in diretta sarà quello di giovedì 29 aprile 2013 con il Nabucco di Giuseppe Verdi in diretta dalla Royal opera House di Londra. La tariffa d’ingresso al Cinema Opera Festival è di 12 euro (biglietto intero), 10 euro (ticket ridotto fino ai 18 anni) e 45 euro per l’abbonamento a 5 spettacoli. Nel prezzo è incluso un ricco e variegato buffet a cura di Summertrade.

La rassegna è realizzata grazie al patrocinio del Comune e dell’Assessorato alla cultura di Riccione e con la collaborazione dell’agenzia Guest. Nei mesi scorsi, cinemaOpera Festival ha proiettato Lohengrin di Wagner, Lo Schiaccianoci di Tchaikovsky, Don Chisciotte di Petipa, la boheme di PucciniNotre-Dame de Paris di Jarre.

Lavorare nel mondo dello spettacolo

Passione film: corsi per lavorare nel mondo dello spettacolo

Per lavorare nel mondo dello spettacolo come regista,  è necessario non solo nutrire una grande passione per i film ma anche scegliere una scuola che si riveli in grado di fornire le basi e le nozioni necessarie per poter tentare una carriera nel mondo del cinema e dello spettacolo.

Il mercato offre fortunatamente una vasta gamma di corsi professionali e corsi di formazione da regista, in ambito universitario ad esempio si può decidere di optare per la laurea in Disciplina delle arti e dello spettacolo, la laurea in scienze della comunicazioni oppure si può scegliere di diplomarsi al Dams. A livello privato esistono invece scuole specifiche tipo l’Università del cinema, la scuola nazionale di cinema di Roma, l’istituto Cinelife di Milano, oppure l’Accademia Europea di cinema e televisione di Roma. (more →)

I 10 film più amati sul mondo del Poker

Rounders

Rounders

Poker e cinema rappresentano da sempre un binomio vincente. Sono tantissimi, infatti, i film che hanno come protagonista o contesto il mondo del poker. Alcuni di questi sono passati alla storia, altri non avuto il successo sperato, molti si collocano prima del boom del Texas Hold’em e presentano modalità di gioco ormai superate.

Vediamo insieme la classifica dei 10 film più amati sul mondo del poker.

La stangata (1973)

Il primo posto della classifica non poteva non andare al film capolavoro di George Roy Hill che, seppur datato, è assolutamente da vedere. Nel film, ambientato a Chicago, due truffatori decidono di incastrare un potente gangster per vendicare la morte di un loro amico e scelgono di farlo attraverso una partita di poker. Il gangster, ormai in difficoltà, ricorrerà a un mazzo truccato che comunque non lo salverà dalla sconfitta che gli costerà la perdita dei 10 mila dollari in palio.

Il Giocatore – Rounders (1998)

Seconda posizione per il film che ha quasi certamente contribuito al boom del Texas Hold’em interpretato da un giovanissimo Matt Damon alla ricerca del riscatto e del colpo della vita al WPT di Las Vegas. Impeccabile a livello pokeristico la sequenza iniziale di sette minuti dove il pathos la fa da padrone. La scena è ulteriormente impreziosita dalla voce soggettiva del protagonista che equivale a una lezione sulle regole e le strategie del poker. (more →)